In America Latina si conclude la peregrinazione LAUDATO SI’

Le immagini di san Francesco e santa Chiara si trovano nel “Centro del mondo”.

Sabato 28 Ottobre si è conclusa la peregrinazione francescana delle immagini di Francesco e Chiara, che hanno visitato numerose comunità della Famiglia Francescana presenti in America Latina. Sono stati 18 i paesi che hanno partecipato a questa iniziativa promossa dal centro Giustizia, Pace e Integrità del Creato.

Lo scopo delle peregrinazione era quello di risvegliare l’interesse della Famiglia Francescana verso i messaggi  dell’enciclica Laudato si’ del Papa Francesco e di promuovere la testimonianza dei valori della giustizia, della pace e della custodia del creato. D’accordo alla testimonianza di tanti fratelli e sorelle, la peregrinazione ha raggiunto lo scopo prefisso ed è stata un momento di grazia per tutti i figli e le figlie di san Francesco e santa Chiara, che si sono ritrovati ad evangelizzare e pregare insieme come membri di una sola famiglia.

La peregrinazione iniziò simultaneamente in Messico ed in Cile il 10 Febbraio e si calcola che vi abbiano partecipato circa 60.000 fedeli. Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno contribuito al buen esito dell’iniziativa dando vita ad attività di ogni tipo per favorire la partecipazione popolare.

La chiusura ufficiale della peregrinazione ha coinciso con la Quinta Settimana Ecologica, che organizza la Famiglia Francescana in Ecuador. L’ultimo giorno, sabato 28, un gruppo di delegati della Famiglia Francescana insieme a rappresentanti di diversi paesi si sono diretti al monumento denominato “Centro del mondo”, dove hanno pregato insieme e rappresentato simbolicamente l’incontro delle immagini che provenivano dal Nord con quelle venute dal Sud. Nel pomeriggio, Mons. José Adalberto Jiménez, OFMCap, ha presieduto l’Eucarestia, insieme ai Provinciali OFM di Bolivia, Perù, Ecuador e Colombia che hanno concelebrato, e a numerosi membri della famiglia francescana.

In questo modo si è conclusa questa iniziativa, che durante otto mesi è servita a mantener vivo l’interesse di persone di tutto il continente, esortandole a “camminare con Francesco e Chiara per la costruzione di un mondo più fraterno e solidale, in Giustizia, Pace e Salvaguardia del creato”, come diceva lo slogan della peregrinazione. E’ auspicabile che iniziative come questa vengano ripetute nel futuro, visto che riescono ad abbattere frontiere fisiche e ideologiche che a volte ci separano e sono capaci di ri-unirci nella lode di Dio e nella custodia della nostra madre terra.