Cardinale Ouellet alle Clarisse di Assisi: questa è l’ora della vita contemplativa

“La pandemia che ci confina in casa è la vostra ora, l’ora della vita contemplativa che riconduce l’umanità e la Chiesa a Dio, all’essenziale della fede, alla preghiera e alla comunione nello Spirito”: scrive così il cardinale Marc Ouellet, prefetto della Congregazione per i vescovi, in una lettera indirizzata a Madre Agnese, Priora del Proto-Monastero delle Clarisse di Assisi. Una missiva auspicata dalla religiosa stessa che ha pregato il porporato di scrivere qualche parola alle monache, in questi tempi resi difficili dalla diffusione del coronavirus.

Questa “è l’ora della vita contemplativa”, afferma dunque il cardinale Ouellet, perché, nel momento in cui, nonostante l’eroismo dei medici e degli operatori sanitari, “tante famiglie soffrono la malattia e la morte dei loro cari nella solitudine”, le contemplative sono “al capezzale” dei malati, lo Spirito allarga il loro cuore “fino alle frontiere più nascoste dell’umanità che soffre”. La presenza delle religiose, così “discreta e diffusa”, è – sottolinea il porporato – “un balsamo di tenerezza e di pace sulle piaghe” dell’umanità.

 Isabella Piro

     

Leggi il testo completo su VaticanNews.

Immagine: Maestro della Santa Chiara, Miracolo dei pani