Celebrazione dei 550 anni della presenza dei Frati minori in Lituania – e 30 anni dal loro ri-emergere

L’anno scorso ha visto la celebrazione di numerosi anniversari, ma forse nessuno più commovente e storicamente affascinante della celebrazione dei 30 anni di attività pastorale pubblica da parte dei Frati Minori in Lituania.

Dieci giorni dopo la caduta del muro di Berlino, i frati in Lituania hanno preso la coraggiosa decisione di emergere dalle loro attività clandestine e diventare la prima comunità religiosa maschile ad iniziare il ministero pastorale pubblico nell’Unione Sovietica. Hanno attinto dalla lunga tradizione francescana di quella regione nella quale l’Ordine fu istituito 550 anni fa, assistiti dai frati che erano andati negli Stati Uniti per la diaspora lituana.

Per l’anniversario è stato ideato un buon programma di eventi e le fotografie che l’accompagnano mostrano la meravigliosa ospitalità offerta ai frati in visita dalla Polonia, Germania, Italia, Irlanda, Australia, Stati Uniti e Ucraina. L’amore della gente per i frati è stato davvero evidente al meraviglioso concerto nel Teatro Palanga, così come durante le solenni Liturgie celebrate da fr. Algirdas Malakauskis, Ministro Provinciale, e H.E. Cardinale Sigitas Tamkevicius. Le omelie sono state pronunciate da fr. Caoimhín Ó Laoide, Definitore Generale, e da un figlio della Lituania, fr. John Puodziunas, Economo Generale. È stata prodotta una bellissima medaglia commemorativa per celebrare un anniversario che risuona con speranza e gratitudine per gli enormi sacrifici fatti da un numero indicibile di persone che sono rimaste fedeli di fronte all’oppressione comunista sovietica.