Celebrazione dell’800 anni della Regula non Bullata a Fonte Colombo

Il 21 giugno 2021, il sito web Frontiera Rieti ha riportato che i frati francescani si sono riuniti a Fonte Colombo per celebrare gli ottocento anni della Regola non bollata:

Il ritorno alla fonte per il mondo francescano. E la fonte è quella forma vitæ che san Francesco scrisse qui nella valle reatina. Nel cammino verso l’appuntamento del 2023, quando ricorrerà l’ottavo centenario della Regola bollata e del presepe, avvio di una scia di altri eventi francescani a segnare otto secoli (nel 2024 le stimmate alla Verna, nel 2025 Il Cantico delle Creature, nel 2026 la morte del santo), il pellegrinaggio organizzato dai Frati Minori del centro Italia che ha voluto intanto ricordare gli ottocento anni della Regola precedente composta da san Francesco: quella non bollata, nel senso che non venne sottoposta alla “bollatura” pontificia. Eppure con Onorio III il Poverello d’Assisi interloquiva, come col suo predecessore Innocenzo III che aveva già approvato solo in forma orale la sua esperienza spirituale. E papa Onorio si trovava spesso a Rieti in quel tempo.

A Rieti dove il santo transitava in quel 1221, e poi a Fonte Colombo dove, due anni dopo, avrebbe poi scritto la definitiva “costituzione” dell’ordine, si sono fatti pellegrini martedì i Frati Minori delle quattro province dell’Italia (quelle di Lazio-Abruzzo, Umbria, Toscana e Marche). Invito esteso anche agli altri francescani (cappuccini e conventuali) presenti in diocesi (a Leonessa e nella fraternità minoritica di San Rufo) e i confratelli Minori della Puglia operanti ad Accumoli. E dalla curia generalizia a Roma è giunto anche il ministro generale dell’Ordine, fr. Michael Perry.

Per il testo completo: www.frontierarieti.com