Comunicato del Definitorio generale per il Tempo Forte di maggio 2019

Il Tempo Forte di maggio 2019 è iniziato lunedì 13 con un incontro durante il quale i membri del Definitorio generale hanno condiviso le esperienze vissute nelle ultime settimane.

La sessione di martedì 14 è stata interamente dedicata all’esame delle questioni sottoposte dalle diverse Entità dell’Ordine all’attenzione del Ministro generale. Sono state concesse e rinnovate borse di studio e sono state prese decisioni in merito ai giovani frati che si trovano nelle diverse tappe del camino di formazione iniziale in Entità dipendenti dal Ministro generale, in particolare nella Fondazione Notre Dame d’Afrique, in Congo Brazzaville, e in quella nel Sud Sudan.

Si è inoltre cominciato a prendere in esame le richieste di nomina di Visitatori generali e si sono affrontati i numerosi dossier di competenza della Procura generale, tra i quali le seguenti richieste di:

  • nulla osta per donazione di conventi (4);
  • informazioni per accuse riguardanti graviora delicta (6);
  • dispensa dagli oneri derivanti dallo stato clericale e dai voti solenni (5);
  • dispensa dai voti solenni (4);
  • secolarizzazione ad experimentum(2);
  • secolarizzazione pure et simpliciter (1);
  • dispensa (1) e sanazione (1) in materia di biritualismo;
  • dimissioni ipso facto(1).

 

Il Ministro generale ha, inoltre, concesso a quattro richiedenti la riammissione all’Ordine senza l’obbligo di dover ripetere il Noviziato, un indulto di esclaustrazione per tre anni e un altro per un anno, un passaggio ad un altro Istituto religioso e una dispensa dai voti temporanei.

Sono stati approvati i Candidati al servizio di Ministro provinciale per quattro Entità che a breve celebreranno il Capitolo provinciale.

Nel corso del presente Tempo Forte sono stati eletti i seguenti Visitatori generali:

  • Anthony SELVARAJ, per la Custodia di San Giovanni Battista, in Pakistan;
  • Michael JOHNSON, per la Provincia di Nostra Signora di Guadalupe, negli U.S.A.;
  • Paul HASEGAWA JUN, per la Provincia dei Santi Martiri di Corea;
  • Franz Leo BARDEN, per la Provincia di San Leopoldo, in Austria e Italia;
  • Léo PÁLL, per la Provincia Magna Domina Hungarorum, in Ungheria;
  • Luca POZZI, per la Provincia di San Bonaventura, in Italia (Lazio-Abruzzo);
  • Francesco PILONI, per la Provincia di San Francesco Stimmatizzato, in Italia (Firenze);
  • Jeffrey SCHEELER, per la Provincia di San Paolo Apostolo, a Malta;
  • Ernesto CHAMBI CRUZ, per la Provincia della Santa Fede, in Colombia;
  • John WONG, per la Provincia di San Francesco, in Vietnam;
  • Frédéric MANNS, per lo Studium Biblicum di Hong Kong.

 

Grazie all’aiuto di fr. Witosław SZTYK, presidente della Commissione preparatoria, si è fatto il punto della situazione e si sono definiti gli ultimi dettagli per l’ormai imminente celebrazione del Capitolo delle StuoieUnder 10, che avrà luogo a Taizé (Francia) dal 7 al 14 luglio 2019.

È stato ultimato e approvato il Manuale per i Guardiani, preparato dalla Segreteria generale per la Formazione e gli Studi.

Sono stati ratificati gli Atti delle elezioni avvenute:

  • in sede di Capitolo per le Custodie:
    • dei Protomartiri del Marocco, dipendente dal Ministro generale;
    • di Sant’Antonio di Padova, nelle Filippine;

 

  • nei cosiddetti Capitoli intermedi (elezione dei Definitori), celebrati nelle Province:
    • San Pietro Battista, nelle Filippine;
    • Santa Croce, in Slovenia;
    • Sannito-irpina di Santa Maria delle Grazie, in Italia (Benevento);
    • Salernitano Lucana dell’Immacolata Concezione, in Italia (Baronissi);
    • San Michele arcangelo, in Ucraina;
    • Santi Martiri del Marocco, in Portogallo.

 

  • nei Capitoli in cui è stato eletto tutto il Governo delle Province:
    • Santi VII Martiri di Calabria, in Italia (Catanzaro);
    • Sant’Antonio dei Frati Minori, in Italia (Milano);
    • Assunzione BVM, in Italia (Lecce);
    • Sant’Edvige, in Polonia (Wrocław);
    • Santissimo Redentore, in Croazia (Spalato);
    • San Girolamo, in Croazia (Zara);
    • Assunzione BVM, in Bosnia-Erzegovina (Mostar);
    • Santa Croce, in Bosnia-Erzegovina (Sarajevo);
    • Santo Stefano Re, in Romania-Transilvannia.

 

Il Definitorio generale ha accolto la rinuncia di fr. Russel MURRAY al servizio di Animatore generale per l’Evangelizzazione e in sua vece ha nominato fr. Valmir RAMOS, Definitore generale, il quale ha condiviso la sua recente esperienza di visita fraterna ai Frati del Venezuela; inoltre, ha incontrato l’Economo generale, fr. John PUODZIUNAS, che ha presentato alcuni aggiornamenti in materia economica e sottoposto alcune questioni sulle quali il Definitorio ha poi preso delle decisioni.

Da martedì 21 a venerdì 24 maggio il Definitorio generale ha incontrato i Presidenti di Conferenza e il Custode di Terra Santa. A tale incontro hanno partecipato:

  • fr. Juan María MARTÍNEZ DE ILARDUYA (CONFRES);
  • fr. Claudio DURIGHETTO (COMPI);
  • fr. Cielito ALMAZAN (EAC);
  • fr. Michel LALOUX (COTAF);
  • fr. Yusuf BAGH (SAAOC);
  • fr. Amaral Bernardo AMARAL (Africana);
  • fr. Bernard MARCINIAK e (in sua vece) fr. Teofil CZARNIAK (Nord-Slavica);
  • fr. Milijenko ŠTEKO (Sud-Slaica);
  • fr. Inácio DELLAZARI (Brasiliana);
  • fr. Daniel FLEITAS ZENI (Cono Sur);
  • fr. Nelson TOVAR ALARCÓN (Bolivariana);
  • fr. Kevin J. MULLEN (ESC);
  • fr. Juan MEDINA PALMA (Nostra Signora di Guadalupe);
  • fr. Francesco PATTON, Custodia di Terra Santa (Conferenza ad instar).

 

Il proficuo convegno ha avuto inizio con la Concelebrazione Eucaristica di martedì 21 maggio, presieduta dal Vicario generale, fr. Julio César BUNADER ed è stato segnato da intensi ritmi di lavoro oltre che caratterizzato da un ottimo clima di fraternità e condivisione. Durante la prima mattinata ogni Presidente ha presentato le tre sfide e le tre opportunità principali che la propria Conferenza si trova a vivere. In un secondo momento i partecipanti hanno riferito le diverse modalità con cui le Conferenze e le Entità hanno accolto e assimilato il Documento finale del CPO 2018; in generale tale sussidio ha trovato larga diffusione tra i frati ed è stato studiato e approfondito in diverse Entità nel cammino di Formazione Permanente e in preparazione ai Capitoli provinciali e custodiali. Dalla riflessione su tale pubblicazione sono emersi interessanti spunti per l’approfondimento dei diversi aspetti riguardanti l’ormai avviato cammino di preparazione al Capitolo generale 2021. Il confronto e lo scambio di idee in merito ai possibili temi, alle metodologie da adottare e al luogo dove si potrebbe celebrare il Capitolo generale 2021 hanno occupato alcune sessioni di lavoro sia in assemblea plenaria, sia nei gruppi linguistici, sia in alcune buzz session(sessioni di brusio). Dei risultati di tutto questo fecondo e produttivo confronto il Definitorio generale farà sicuramente tesoro.

Ai Presidenti, poi, sono stati presentati sia il nuovo Manuale per i Guardiani, sia il sussidio elaborato dalla Commissione Fedeltà e Perseveranza La nostra vocazione tra abbandoni e fedeltà, oltre che le relazioni dell’attività della Segreteria generale per la Formazione e gli Studi, della Segreteria generale per le Missioni e l’Evangelizzazione e dell’Ufficio generale di Animazione per la Giustizia, la Pace e l’Integrità del Creato.

Ampio spazio è stato dedicato all’approfondimento, guidato con sapienza e competenza da fr. Kevin J. MULLEN, del tema degli abusi, al quale l’Ordine dovrà dedicare sempre più attenzione, in modo da far fronte in tutti i modi possibili a tale piaga, che presenta diverse sfaccettature e implicazioni. È condivisa da tutti la necessità sia di offrire occasioni di formazione su come affrontare ogni caso di abuso, sia di rivedere gli strumenti legislativi e procedurali inerenti a questo complesso problema.

Nel pomeriggio di giovedì 23 maggio fr. John PUODZIUNAS ha presentato con raziocinio e oculatezza la Relazione in merito alla gestione economico-finanziaria, relativa all’ultimo quadriennio, delle strutture e degli enti facenti capo alla Curia generale. Tra i numerosi aspetti evidenziati, sono stati particolarmente apprezzati la trasparenza adottata e l’impianto motivazionale che deve guidare tanto l’amministrazione dei beni di cui la Provvidenza ci fa dono, quanto la relativa rendicontazione. Gli apporti che la Commissio Internationalis de Re Œconomica(CIRE) ha fornito durante questi anni insieme ai suggerimenti proposti dei Presidenti potranno portare ad ulteriori migliorie e ad alcune proposte per il Capitolo generale 2021.

Venerdì 24 maggio, dopo un ultimo, congruo momento di verifica riguardo allo svolgimento dell’incontro, alle 11.30 il Ministro generale, fr. Michael A. Perry, ha presieduto la Concelebrazione Eucaristica di conclusione.

Nel pomeriggio, il Definitorio generale si è riunito per un’ultima sessione di lavoro in cui si sono affrontati ancora alcuni plichi e si è fatto il punto della situazione riguardo ai considerevoli spunti emersi dall’incontro con i Presidenti di Conferenza e il Custode di Terra Santa.

Il prossimo Tempo Forte avrà luogo subito dal 16 al 26 luglio, immediatamente dopo la conclusione del Capitolo delle Stuoie Under 10 – Taizé 2019.

A laude di Cristo e del Poverello di Assisi. Amen!

 

Roma, 30 maggio 2019

 

fr. Giovanni Rinaldi, OFM
Segretario generale