Cronaca del CPO: venerdì 22 giugno

Dopo il sereno e gioioso tempo dedicato alla celebrazione eucaristica e alla preghiera delle lodi abbiamo potuto godere del necessario ristoro mattutino e, dopo le congratulazioni e le condoglianze ai fratelli direttamente coinvolti nella partita di calcio di ieri sera, abbiamo iniziato i lavori in programma per oggi venerdì.

I consiglieri e i membri dello staff avevano già ricevuto ieri le prime tre pagine delle sei in cui è raccolta la sintesi dei contributi dei gruppi del “World Cafe” in relazione alle sette tematiche già trattate. Il lavoro dei prossimi due giorni consisterà nei dialoghi in piccoli gruppi e avrà come argomenti i risultati, le carenze e le necessarie puntualizzazioni o correzioni richieste da queste pagine per far giungere il tutto in viva voce al Ministro Generale e al suo Vicario.

L’obiettivo delle sette sezioni di lavoro, uno per ogni tema trattato precedentemente, è quello di poter elaborare un documento contenente suggerimenti, orientamenti e, perché no, che faccia un po’ da ispiratore e così aiutare il Governo dell’Ordine nel lavoro di animazione della vita di tutti i frati. I temi affrontati (migranti e rifugiati, crisi ambientale, essere promotori di pace in un mondo violento, i giovani, l’identità e la missione francescana …) sono di un tale apertura che richiedono azioni straordinarie e generose a partire da una profonda riflessione e da un serio discernimento.

Benché durante il pomeriggio siano continuati le riunioni del Consilium Modernase il lavoro di non pochi membri dello staff, la maggior parte dei fratelli ha avuto a disposizione del tempo per visitare i dintorni della Casa di Spiritualità di Dimesse che ci ospita.