Dal Ministro Generale: Aggiornamento dei progressi verso la ripresa

Cari Fratelli dell’Ordine,

il Signore vi dia pace!

È mia intenzione aggiornarvi sui progressi compiuti nella mia lunga strada verso la ripresa. Ma prima desidero esprimere la mia sincera gratitudine per le vostre preghiere, e-mail, cartoline e per i tanti altri modi in cui mi avete dimostrato la vostra cura e sostegno in seguito al grave incidente in bicicletta. Il vostro sostegno mi ha davvero dato tanto coraggio e forza. Continuerò a contare sul vostro sostegno e sulle vostre preghiere anche per i prossimi mesi.

Continuo la fisioterapia tre volte a settimana per tre ore al giorno. Nel frattempo, non posso mettere nessun peso sulla gamba sinistra finché non guarisce l’acetabolo, una parte del bacino che serve a tenere al suo posto l’articolazione a sfera del femore. È questa parte del bacino che si è spezzata in trentuno pezzi. Nel migliore dei casi, se questo osso guarisce correttamente, dovrei essere in grado di tornare progressivamente a una vita normale, ma dovrò ridurre alcune attività per i prossimi 8-10 mesi. Se l’osso non guarisce correttamente, è molto probabile che nel prossimo futuro avrò bisogno di un ulteriore intervento chirurgico per sostituire l’anca. Incontrerò nuovamente il chirurgo ortopedico il 15 ottobre e spero di avere una migliore idea di come l’osso stia guarendo.

Non ho altre informazioni da fornire in questo momento. Desidero semplicemente esprimere ancora la mia gratitudine a ciascuno di voi, ai Fratelli della Fraternità di San Pietro a Chicago e alla mia Provincia del Sacro Cuore di Gesù per il sostegno che mi danno in questo percorso. Grazie anche ai miei Fratelli Conventuali, Cappuccini e del Terz’Ordine Regolare, alle Clarisse, ai Concezionisti, ai Fratelli e alle Sorelle Francescani Secolari e a quanti, innumerevoli, mi sostengono con le loro preghiere. Possa Dio benedire ognuno di voi. Un saluto particolare anche ai miei Fratelli della Fraternità di Santa Maria Mediatrice di Roma (la Fraternità della Curia).

Possa Dio permettere a ciascuno di noi di perseguire la nostra chiamata a seguire il Vangelo con gratitudine e gioia in ogni momento della nostra vita.

 

Chicago, 16 settembre 2019

 

Fraternamente vostro,

Fr. Michael A. Perry, OFM
Ministro Generale e Servo

 

 

Prot. MG 141/19