Echi dal Capitolo Generale 2015

21 Giugno – con solo una settimana del CPO rimasta, oggi è continuato il processo di discernimento, arricchito da una revisione dei Mandati dell’ultimo Capitolo Generale.

Il Capitolo Generale dei Frati Minori 2015 si è svolto presso la “Basilica della Porziuncola” nella bellissima città di Assisi, in Italia, dove San Francesco è nato, cresciuto e rinato alla vita eterna. Dal 10 maggio al 6 giugno dello stesso anno, i frati di tutto il mondo hanno discusso e celebrato l’identità francescana producendo un documento finale con decisioni e mandati.

Il Vicario generale, Fr. Julio Bunader ofm, ha fatto una presentazione su questi mandati e ha fatto un elenco degli sforzi intrapresi dal Definitorio generale negli ultimi tre anni. Ha sottolineato in particolare: le linee guida sulla vita francescana, la missione, la formazione, GPIC e la dimensione contemplativa nella vita dei frati; vivere il voto di povertà più autenticamente tramite una adeguata gestione economica, una corretta amministrazione e una accurata registrazione contabile, per favorire una più stretta collaborazione tra le entità dell’Ordine.

Fr. Julio ha osservato che “le decisioni e i mandati del Capitolo 2015 sono ancora attuali e devono essere pienamente attuati nella vita quotidiana e nel servizio delle Province, delle Fraternità e di ogni singolo frate”.

La speranza, l’entusiasmo, la fratellanza e la continua profonda riflessione sul carisma francescano si manifestano nel modo in cui i membri del Consiglio si impegnano lungo le sedute. Durante il pomeriggio hanno fatto un breve viaggio per visitare la grande casa di formazione a Langata, Nairobi, dove si è celebrata la para-liturgia a tematica GPIC. La gioia e la vitalità dei giovani frati della Provincia di San Francesco ospitante (Africa orientale) e di altre entità hanno sollevato il cuore di coloro che hanno avuto il privilegio di partecipare alla riunione fraterna.