Fr. Massimo Fusarelli: “Impariamo con Chiara ad amare gratuitamente fino in fondo”

“Chiara ha saputo fare i conti con la morte che portava in sé, grazie alla ricerca incessante del Signore, al restare sulle orme dei suoi passi benedetti. Qui ha imparato a fare i conti con la morte anche attraverso la sua malattia, imparando ad amare gratuitamente fino in fondo, così come ha scoperto di essere stata amata senza misura. Lo ha detto Fr. Massimo Fusarelli, Ministro Generale, ieri, 10 agosto,  durante la Veglia del Transito di Santa Chiara a San Damiano, luogo in cui visse e morì la Santa.

Davanti alla famiglia francescana, a religiosi e pellegrini che sono accorsi a San Damiano, Fr. Massimo ha spiegato l’importanza del transito per i nostri giorni:  “Ricordare stasera il suo transito in questo luogo, dove è vissuta come la colomba nella fenditura della roccia, imparando a lavare i piedi delle sorelle e dei poveri, e da questi piedi benedetti imparare a riconoscere la presenza del Signore Gesù, è dono grande per me e per ciascuno di noi”.

Il Ministro ha concluso la sua omelia riportando la figura di San Francesco che “ha accolto sorella morte nella piana dove il cammino della giovane Chiara è iniziato: alla Porziuncola” e ha poi aggiunto: “Qui Francesco dal cielo ha accompagnato Chiara all’incontro col suo Signore, frutto maturo dell’amore col quale ella lo aveva sempre cercato e desiderato”.

Il cammino di preparazione spirituale per la festa di Santa Chiara ad Assisi era iniziato con la novena dal 2 al 9 agosto, fino ad arrivare alla vigilia del 10 agosto con i Primi Vespri e S. Messa della Solennità presieduti da Mons. Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino e Vescovo di Foligno e la Veglia a san Damiano, presieduta dal Ministro Generale. Questa mattina, nel giorno della solennità di santa Chiara, è stata celebrata la messa nella basilica di Santa Chiara da Mons. Vittorio Francesco Viola ofm, Arcivescovo Segretario del Dicastero per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. Nel pomeriggio alle 17.30 Fr. Francesco Piloni ofm, Ministro Provinciale dei Frati Minori di Umbria-Sardegna, presiede i Secondi Vespri.