Visita Fraterna alla Provincia Serafica di San Francesco

Il 26 e 27 settembre 2016 il Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori, p. Michael A. Perry, accompagnato dal Definitore generale per l’area UFME, p. Antonio Scabio, è giunto a Santa Maria degli Angeli per una visita alla Provincia Serafica di San Francesco dei Frati Minori dell’Umbria. La visita, condotta insieme al Ministro provinciale – p. Claudio Durighetto – e al Segretario provinciale – p. Adriano Bertero – si è articolata in due giorni piuttosto intensi.

La prima tappa è stata il Centro di prima accoglienza Caritas “Casa Papa Francesco” di Santa Maria degli Angeli: il luogo dove il Papa volle fermarsi a pranzo con gli ospiti durante la memorabile visita del 4 ottobre 2013 a pochi mesi dall’elezione al soglio pontificio. Nella “Casa Papa Francesco” ora fanno servizio e vivono stabilmente tre frati della Provincia umbra, p. Stefano, p. Danilo e fra Mauro, che hanno accolto – insieme alla Direttrice della Caritas diocesana, suor Elisa Carta – p. Michael e p. Antonio, illustrando loro la struttura e la vita del Centro, ma non prima di aver condiviso, con gli ospiti della Casa, una semplice fraterna colazione.

La visita è proseguita, poi, al Santuario di San Damiano, dove ad attendere il Ministro ed il Definitore c’erano tutti i Definitori, Guardiani e Formatori della Provincia umbra. All’inizio una breve introduzione canora di fra Alessandro, che tra i brani ha eseguito anche il Cantico delle Creature con una nuova melodia frutto delle sue ricerche per risalire a quella originale che accompagnava le parole di Francesco. È seguito l’incontro vero e proprio con la presentazione, da parte del Ministro provinciale, dei conventi serviti dai Frati Minori della Provincia in Umbria, Sardegna, Roma e Nizza, con una sintetica descrizione della composizione delle fraternità e delle attività svolte. P. Michael e p. Antonio hanno conferito a braccio sul servizio dell’autorità e sull’importanza dell’accoglienza reciproca con l’attenzione al singolo fratello.

Nel pomeriggio, nel Convento di Monteripido a Perugia, il Ministro ha incontrato i frati in Formazione iniziale: Probandi, Novizi, frati che hanno emesso una Professione temporanea e frati in formazione per i Ministeri Ordinati. Dopo un’inaspettata richiesta di perdono fatta a nome proprio e di tutti quei frati dell’Ordine che in qualche modo hanno dato scandalo ai “più piccoli”, p. Michael ha parlato ai giovani frati indicando loro la via della perseveranza e gli strumenti per conseguirla, ma anche stimolandoli ad interagire con domande e suggerimenti. Con la celebrazione eucaristica e la cena si è concluso l’incontro e anche la prima giornata di visita.

Il momento più partecipato è stato senz’altro l’assemblea plenaria della Provincia con il Ministro il giorno seguente alla Porziuncola. Nel Refettorietto del Santuario vi erano presenti quasi tutti i frati della Provincia per ascoltare le parole di p. Michael che ha voluto innanzitutto ringraziare, nella persona del Ministro provinciale – che ne ha offerta una presentazione di sostanza e di spirito più che di numeri –, l’intera Provincia per il lavoro svolto. Proseguendo con la sua relazione ha presentato la situazione dell’Ordine, ha toccato temi come la formazione, l’autorità ed i rapporti fraterni, con un particolare accento all’inter-dipendenza, sia tra frati all’interno di una Provincia, sia nell’Ordine tra Entità distinte. Il Ministro ha concluso offrendo nove possibili passi per il rinnovamento della vita e della missione dell’Ordine, frutto di una personale sintesi tratta da alcuni Documenti dell’Ordine e dal recente Magistero di Papa Francesco. L’assemblea si è poi trasferita nella Basilica papale di Santa Maria degli Angeli per la solenne celebrazione eucaristica in Porziuncola, dove alla grazia dell’Anno giubilare straordinario della Misericordia si somma la speciale e lieta concomitanza del Giubileo per l’VIII Centenario del Perdono di Assisi iniziato lo scorso 2 agosto. Il Convento della Porziuncola ha poi accolto p. Michael, p. Antonio e tutti i frati della Provincia presenti per un pranzo consumato con la gioia di stare insieme.

L’ultima tappa delle visita ha voluto toccare ancora, così come era iniziata, un centro di carità: p. Michael e p. Antonio si sono recati nell’Infermeria provinciale dove, come per il Centro Caritas il giorno primo, c’è stato un primo momento a tavola, con i frati ospiti e quelli in servizio – p. Marco, fra Andreas e fra Gianfranco – davanti ad una bella tazza di the. Occasione di conoscere e salutare coloro che sono sotto l’obbedienza dell’Infermità (ma in realtà il Ministro sovente sale in Infermeria durante le presenze “ufficiali” a Santa Maria degli Angeli). Alla semplice agape fraterna è seguito un incontro in medicheria dove i frati in servizio hanno illustrato il servizio da loro svolto a nome di tutta la Provincia, che non può che rendere grazie al Signore per il dono di questa visita breve, ma capace di dar frutto per molto tempo: è intenzione del Governo provinciale, infatti, soffermarsi sulle Relazioni del Ministro generale perché, sia a livello locale che provinciale, possano aiutarci ad incarnare il carisma comune a tutto l’Ordine.