Il Ministro Generale visita i Frati in Haiti

Dal primo al 3 settembre il Ministro generale Fr. Michael Perry, accompagnato dal Definitore Fr. Ignacio Ceja, ha visitato i frati che vivono in Haiti.
Alla visita era presente anche il Ministro della Provincia Ntra. Sra. De Guadalupe in Centro America Fr. Edwin Alvarado, alla quale la Fondazione di Santa Croce in Haiti appartiene.

Hanno partecipato la maggior parte dei ventiquattro fratelli che fanno parte di questa Fondazione:
10 professi solenni (3 haitiani, 5 dell’America Centrale, un canadese e un congolese).
9 professi temporanei, tutti haitiani (3 vivono al di fuori di Haiti).
5 novizi (3 haitiani e 2 centroamericani).
C’erano anche 5 postulanti e si prevede l’arrivo di un altro gruppo di 6 nuovi entranti.

I frati sono distribuiti in tre case, tutti situati a Port au Prince: 1) La fraternità della missione di Santa Croce, che è la casa dei professi e che serve anche una parrocchia. 2) La Fraternità di San Francisco, che ospita il noviziato. 3) La Fraternità San Alexandre, che è la casa dei postulanti, ma serve anche la Casa di San Antonio, che fornisce la casa, il cibo e il supporto per gli studi ad un gruppo di bambini bisognosi. Con il sostegno dell’Ordine, attraverso il Segretariato Generale per le Missioni Francescane di Waterford, la Fondazione ha acquisito un terreno e donato del denaro per costruire una nuova casa, che ospiterà i candidati, in modo che Saint Alexandre accoglierà i professi temporanei e la Missione di Santa Cruz avrà più spazio per il servizio della parrocchia.

Durante la sua visita, Fr. Michael ha potuto conoscere ciascuna delle case, tra cui il terreno di nuova acquisizione.
Il giorno del nostro arrivo i fratelli hanno condiviso la storia di Haiti e la presenza francescana nel paese e l’attuale distribuzione dei frati.

Il 2 settembre ci siamo incontrati con il Consiglio della Fondazione per discutere il presente e il futuro della presenza dell’Ordine in Haiti. I membri del Consiglio hanno parlato del loro lavoro nel paese, della loro collaborazione con la Chiesa, del loro rapporto con la Famiglia Francescana, i punti di forza e le difficoltà. Hanno detto che anche se il loro compito principale è quello di curare la formazione iniziale dei frati, cercando di mettere solide basi per l’attuazione dell’Ordine sono in un processo di discernimento per decidere che tipo di presenza vogliono essere in Haiti, e in che modo che possano incidere evangelicamente sulla realtà in cui vivono.

Il giorno 3 ci siamo incontrati brevemente con Monsignor Guire Poulard Arcivescovo di Port-au-Prince, per salutarlo, poi ci siamo incontrati con tutti i fratelli che compongono la Fondazione.
Dopo l’apertura dei lavori da parte del Presidente della Fondazione Fr. Edgardo Pérez e l’accoglienza del Ministro provinciale Fr. Edwin Alvarado, il Ministro generale ha parlato della situazione attuale dell’Ordine, della necessità che le nostre parole, ma soprattutto della necessità della testimonianza della vita, in particolare della fraternità, per portare i valori del Vangelo alla realtà haitiana, valori come la pace, la solidarietà, il rispetto della dignità umana, il dialogo, la cura della creazione. Dobbiamo essere missionari di speranza, di dialogo, egli ha detto loro. Egli ha ricordato le linee guida Ite Nuntiate necessarie per garantire una autentica vita di Frati minori

Dopo un momento di dialogo, siamo passati alla celebrazione eucaristica e ad un momento conviviale con il quale abbiamo concluso la nostra visita ai fratelli.