Il Cordoglio dell’Ordine per la morte del Cardinale Carlos Amigo Vallejo

Questa mattina, all’età di 87 anni, è salito al cielo il Cardinal Carlos Amigo Vallejo, ofm, vescovo emerito di Siviglia (Spagna) e di Tangeri (Marocco) e già Ministro Provinciale della Provincia Francescana di Santiago. Il Cardinale è venuto a mancare all’ospedale universitario di Guadalajara, a causa di un’insufficienza cardiaca dovuta alle complicazioni derivanti dalla rottura di un’anca e dal successivo allagamento del polmone, per il quale aveva dovuto subire un’operazione pochi giorni fa. 

L’arcivescovo di Siviglia, monsignor José Ángel Saiz, che era con il cardinale dalle prime ore di questa mattina, ha annunciato la triste notizia: “Don Carlos Amigo ha completato il suo pellegrinaggio sulla terra. Che il servo fedele che ha dato la sua vita a Dio e ai suoi fratelli riposi in pace. Che Nostra Signora dei Re e San Francesco vi ricevano. Grazie per la tua parola e il tuo esempio”. 

Parole di cordoglio sono giunte anche da Fr. Massimo Fusarelli, Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori, in memoria della sua vita donata nella provincia di Santiago come Ministro Provinciale, come arcivescovo di Tangeri in Marocco e per lunghi anni come arcivescovo metropolita di Siviglia: “Ha unito la preparazione, la sapienza e il tratto signorile all’umiltà e allo spirito fraterno”. 

Il funerali del Cardinal Carlos Amigo Vallejo si terranno sabato mattina nella cattedrale di Siviglia, dove sarà sepolto nella cappella di San Paolo, situata accanto alla Virgen de los Reyes.

Il Cardinale Carlos Amigo Vallejo nasce a Medina de Rioseco, Valladolid, il 23 agosto 1934. Inizia gli studi di medicina, ma li abbandona quasi subito per entrare nell’Ordine dei Frati Minori come novizio della Provincia Francescana di Santiago. Dopo la professione solenne del 10 settembre 1957, viene ordinato sacerdote il 17 luglio 1960. Nel 1970 viene eletto Provinciale della Provincia Francescana di Santiago e tre anni più tardi (il 17 dicembre del 1973) Arcivescovo di Tangeri (Marocco), ricevendo l’ordinazione episcopale il 28 aprile dell’anno successivo. Come Arcivescovo di Tangeri si occupa di dialogo interreligioso e di ecumenismo, partecipando a numerosi incontri. 

Il 22 maggio 1982 è nominato Arcivescovo di Siviglia, a cui si dedica per ventisette anni, fino al 5 novembre 2009, quando papa Benedetto XVI accetta la sua rinuncia per raggiunti limiti d’età.

Altri importanti incarichi si susseguono nel corso del suo ministero: membro della Pontificia Commissione per l’America Latina, Presidente della Commissione Episcopale dei Vescovi Superiori Spagnoli, Presidente della Commissione Episcopale per le Missioni e Cooperazione tra le Chiese.

Nel 2003 è nominato Cardinale di Santa Romana Chiesa, del titolo di Santa Maria in Monserrato degli Spagnoli. Come Cardinale elettore partecipa al conclave dell’aprile 2005 che ha eletto Papa Benedetto XVI e al conclave del marzo 2013 che ha eletto Papa Francesco.