Il Ministro Generale interpella alla solidarietà con Haiti

Il Ministro Generale, Fra Massimo Fusarelli, proprio in questo tempo di Natale, ci richiama a non dimenticare chi ha bisogno della nostra preghiera e carità chiedendoci di essere ancor più vicini e solidali a chi sta nella prova, come il caro popolo haitiano colpito duramente da una ennesima disgrazia.

I miei fratelli fra Wilfrid e fra Noe Francisco mi hanno descritto la situazione, che purtroppo è identica a quella già vissuta dopo il più noto terremoto del 2010” è quanto si legge nella Lettera del Ministro che aggiunge “Per questo, in occasione del Natale, voglio chiedere di volgere lo sguardo a uno dei Paesi più poveri del mondo, funestato negli anni da continue catastrofi naturali, oggi privo persino di una guida politica che operi per soccorrere la popolazione stremata e ridotta in miseria”. Il Ministro conclude la sua lettera chiedendo di sostenere l’impegno dei frati da anni impegnati in questo paese centroamericano, al fine di poter portare un aiuto concreto con cibo, kit igienici e tende di emergenza.

La lettera del Ministro si aggiunge all’appello fatto da Papa Francesco in Piazza di San Pietro, a Roma, sia il 31 ottobre che il 15 dicembre scorsi.

Il 14 agosto del presente anno, un violento terremoto di magnitudo 7.2 ha colpito il sud del Paese, uccidendo più di 2.500 persone lasciando centinaia di migliaia di persone senza casa e sicurezza alimentare; e il 13 dicembre scorso una devastante esplosione, a Cap-Häitien, ha ucciso decine di persone con centinaia di feriti.

Testo completo della Lettera del Ministro Generale

Come fare arrivare l’aiuto in Haiti

(specificare la causale per Haiti)