Il Ministro Generale visita Missionszentrale der Franziskaner

Nei giorni 1, 2 e 3 giugno il Ministro Generale, Fr. Massimo Fusarelli, si è recato a Bonn, Germania,  per una serie di incontri presso la nuova sede di MZF (Missionszentrale der Franziskaner). Erano presenti anche Fr. Giovanni Rinaldi e Fr. Franco Mirri (per conto della Fondazione ofm Fraternitas),  Fr. Efren, Fr. Baptist e il sig Gennaro Marseglia (per conto dell’Ufficio sviluppo della Curia generale OFM).

Ad accogliere il Ministro è stato Fr. Matthias Meier, presidente di MZF, che ha organizzato con il numeroso staff la serie di incontri previsti. Il giorno 1 giugno il Ministro generale ha incontrato i Segretari della evangelizzazione della Conferenza OFM transalpina (Cotaf). In questa importante occasione il Ministro generale ha potuto sottolineare che i francescani vivono la loro missione di evangelizzazione stando tra e con la gente, con le persone e testimoniando così lo spirito francescano”.

Il giorno 2 giugno si è svolta la cerimonia di inaugurazione della nuova sede di MZF presso il duomo di Bonn con la benedizione del Crocifisso di San Damiano, con l’intervento benaugurale del Ministro provinciale di Germania, Fr. Cornelius Bohl. Anche in questa celebrazione è intervenuto il Ministro Generale il quale ha sottolineato: Possiamo avviare nuove forme di collaborazione per l’evangelizzazione in un contesto secolarizzato come il Nord Europa, aperte però ha una partecipazione internazionale. Esse possono diventare un laboratorio per un nuovo modo di evangelizzare.

 La visita a Bonn si è conclusa il giorno 3 giugno con il cosiddetto “OFM Fundraising Partners meeting”, che si tiene annualmente e vede la partecipazione dei responsabili di Franziskaner Helfen (MZF-Bonn), della Fondazione OFM Fraternitas (Curia generale-Roma) e del Segretariato generale per le missioni francescane di Waterford (GSFM-USA), nella persona di Fr. Andy Brophy.

Il Ministro generale ha attivamente partecipato alla discussione e ha osservato: “La  partnership e ci fa crescere nel diventare sempre più un corpo solo, una famiglia che insieme si fa carico da una parte dello sviluppo dell’Ordine nelle terre nei luoghi del mondo dove siamo in crescita e dall’altra di uno spirito di maggiore corresponsabilità, in modo che i progetti non siano individuali di persone o di entità, ma diventino sempre più un patrimonio comune”.

Le tre intense giornate di visita sono state una nuova occasione per rafforzare la conoscenza e collaborazione tra le Province della Conferenza Transalpina Francescana e il Governo generale dell’Ordine a livello di solidarietà verso le tante richieste che giungono dalle varie Entità del Mondo francescano. I temi trattati hanno anche aperto nuove prospettive alle tante sfide che viviamo e che ci attendono per il futuro, quali per esempio, ha sottolineato il Ministro generale: “Imparare una cultura della solidarietà e della condivisione delle risorse economiche, cercando vie chiaramente sempre attente al discorso etico e al carisma francescano, studiando un nuovo modo di fare economia fraterna”.