In attesa della GMG di Lisbona 2023 con “gioia francescana e speranza cristiana” 

A un anno dalla Giornata Mondiale della Gioventù, che dall’1 al 6 agosto 2023 riunirà a Lisbona giovani da tutto il mondo, l’Ordine dei Frati Minori annuncia la sua partecipazione all’evento. L’Ufficio generale di Giustizia Pace e Integrità del creato (GPIC) della Curia OFM ha concluso infatti, nei primi giorni di agosto, una visita alla Provincia portoghese dell’Ordine e al comitato organizzatore della prossima GMG, per avanzare le proprie proposte e offrire la propria collaborazione. Di ritorno da Lisbona, Fr. Daniel Nicolas R. Blanco, responsabile dell’ufficio GPIC della Curia generale, ha riferito della buona riuscita dei colloqui: “La mia visita aveva come obiettivo quello di conoscere la fraternità di Lisbona e gli animatori GPIC del Portogallo, oltre che il gruppo di lavoro che sta organizzando la prossima GMG”. 

Fr. Daniel ha incontrato Fr. Fernando Mota, OFM, Ministro provinciale del Portogallo, Fr. Nicolás Hipólito de Almeida, OFM, Guardiano del convento dell’Immacolata Concezione, e anche Fabián Campos, rappresentante del Movimento Laudato Si’ (MLS). “I frati si sono detti tutti entusiasti e disposti a collaborare – ha spiegato Fr. Daniel -. La nostra partecipazione si articolerà in modalità diverse, basate sulla spiritualità francescana. Vogliamo promuovere i valori delle encicliche Laudato Si’ e Fratelli Tutti”. 

Br. Daniel Nicolas R. Blanco with the friars of the Portuguese Province.

Per l’occasione sarà presente anche il Ministro Generale Fr. Massimo Fusarelli, che parteciperà a una delle iniziative previste, ancora da definire. Il prossimo ottobre, infatti, si svolgerà un altro incontro in cui si discuterà più nel merito delle singole proposte dei francescani, che vanno da catechesi in diversi luoghi e lingue all’organizzazione di una marcia francescana, di un concerto francescano e di un villaggio ecologico. 

I frati del Portogallo, insieme a Fr. Daniel, hanno avuto un incontro anche con il team locale della GMG di Lisbona 2023. Ad accoglierli nella sede organizzativa è stato Carmo Diniz, Coordinatore dell’Ufficio del Dialogo e della Prossimità, che fa parte del Comitato Organizzatore Locale (LOC) della GMG. Carmo Diniz ha presentato loro il programma di sostenibilità della GMG 2023, per ridurre l’impatto ambientale dell’evento, tema che sta molto a cuore agli animatori di Giustizia Pace e Integrità del Creato.

Durante questa visita, si è deciso di coinvolgere nell’organizzazione della GMG e delle attività francescane, l’intera Famiglia Francescana del Portogallo, il cui presidente è Fr. Fernando Mota, OFM.  Collaboreranno dunque anche i frati conventuali e cappuccini del Portogallo e si cercherà di presentare ai pellegrini la figura di due dei patroni francescani della GMG: Sant’Antonio di Lisbona e la Beata Maria Clara del Bambino Gesù. “Aspettiamo la GMG con gioia francescana e speranza cristiana nello spirito della pace – ha commentato Fr. Daniel -. Sarà un incontro in Europa, dopo la pandemia, in un’Europa dove c’è la guerra. Pregheremo per la pace”. 

Beatrice Guarrera