Incontro del Definitorio generale con le Conferenze Bolivariana e di Santa María di Guadalupe

 

Dal 3 all’8 febbraio si è svolto l’incontro delle Conferenze Bolivariana e Santa María di Guadalupe con il Ministro generale e il suo Definitorio nel porto di Veracrúz, in Messico. Oltre ai dieci Frati del Definitorio generale erano presenti dieci Ministri provinciali, un custode e due Vicari provinciali, provenienti dalle quattordici Entità che compongono entrambe le Conferenze. L’evento ha avuto luogo nel quadro della celebrazione del 494° anniversario dell’arrivo dei cosiddetti “Dodici Apostoli francescani” per l’allora Nuova Spagna, il cui arrivo nel 1524 segnò l’inizio di un’evangelizzazione sistematica e ordinata  nell’ America continentale.

Parallelamente, ma condividendo i momenti di preghiera, cibo e convivialità, si è svolto l’incontro dei frati under ten, provenienti dalle dodici Province che compongono le conferenze. In totale hanno partecipato 34 frati che, oltre a condividere il loro dinamismo, i loro sogni e le loro preoccupazioni, hanno ascoltato alcuni documenti e hanno discusso della loro vocazione e missione e delle sfide che devono affrontare.

L’incontro è stato ricco di appuntamenti fraterni, di analisi delle Entità, di riflessione e di dialogo, sempre di fronte alla domanda fondamentale: che cosa chiede Dio oggi, a noi Frati Minori, nel contesto del mondo, della Chiesa, dell’Ordine, e più precisamente nella regione Bolivariana, nei Caraibi, in America centrale, in Messico? Dopo aver ascoltato le relazioni dei Ministri e dei Custodi e discusso le questioni sollevate, il Ministro generale Fr. Michael Anthony Perry ha presentato alcuni segnali di rinnovamento delle Entità e ha fatto delle raccomandazioni concrete alla stesse.

Per festeggiare l’arrivo in Messico dei primi missionari francescani, Sabato 3 febbraio, dopo che il Ministro generale ha benedetto una statua di Fr. Martin de Valencia (capo del gruppo di dodici) posta in una piazza nella città di Veracrúz, si è svolta una processione fino alla Chiesa della Cattedrale dove, con una solenne Eucaristia presieduta dal Ministro, si é ringraziato Dio per il dono della salvezza offerto in Cristo a tutti i popoli.  Ha detto: “Come oggi ricordiamo la generosità e la dedizione di Fra Martin de Valencia e dei suoi compagni che, con le loro parole e azioni, e con grandi sacrifici, hanno reso presente la salvezza di Cristo, riconosciamo la necessità di rinnovarci in Gesù Cristo per vivere l’impulso che ha ispirato e mosso questi grandi missionari a condividere la gioia del Vangelo “.

Si sono svolte anche delle attività per aumentare la consapevolezza dei presenti su alcune esperienze di presenza e di servizio che offrono i frati nella regione: Fr. Tomás González ha presentato la situazione dei migranti in viaggio dall’America Centrale agli Stati Uniti attraverso il territorio messicano e il lavoro che viene fatto nella: “La 72. Casa del Migrante”. Abbiamo visitato “Las Patronas”, un gruppo di donne semplici che danno da mangiare ai migranti centroamericani che viaggiano nel treno merci chiamato “La Bestia”, che va dal sud al nord del Messico. Sulle tracce dello stesso treno abbiamo pregato per la pace. È stata anche visitata la Biblioteca Francescana di Cholula, Puebla, che ha una ricca collezione di libri e documenti antichi. Lì, il Ministro generale ha consegnato un riconoscimento scritto a Fr. Francisco Morales, dottore in storia e direttore della Biblioteca, per il suo contributo all’indagine e alla diffusione della storia dei francescani nelle Americhe.

Il programma si è concluso con l’Eucaristia celebrata nella Basilica di Nostra Signora di Guadalupe a Città del Messico, dove Fr. Michael, a partire dal testo evangelico della visita di Maria alla cugina Elisabetta, ha ringraziato Dio per la gioia dell’ incontro e ha concluso, commentando: “indipendentemente da come si è sviluppato il dialogo tra Maria e Isabella, ognuno di loro ha scoperto qualcosa di nuovo, un nuovo senso della propria identità in Dio e una benedizione inesauribile che ha iniziato a invadere le loro vite”. Infine, ha invitato i presenti a condividere con urgenza la gioia ricevuta da Dio in modo che il suo potere possa agire all’interno di ciascuno e nel mondo intero.

Un profondo ringraziamento alla Conferenza Santa Maria di Guadalupe, ospitante questo incontro, per la loro ospitalità fraterna, in particolare ai frati della Provincia del Santo Vangelo del Messico, guidati dal  Ministro provinciale Fr Juan Medina. L’incontro non ha avuto solo un’organizzazione eccellente, ma è stata l’occasione per i fratelli di gustare, ascoltare, sentire e contemplare in molti modi la cultura e il calore messicani.