Koinonia 2019 – 2 (N.102)

Identità e Missione della Gifra

 

A volte, il mondo mostra una immagine negativa e falsa della gioventù presentandola come perduta nelle cose mondane e senza futuro. Ed è triste vedere che tale sia l’idea che gli adulti hanno dei giovani. A volte però esse dimenticano il loro dovere di autare i giovani a scoprire la loro vera identità di immagini viventi di Dio e a viverla in una maniera degna. Spesso i giovani sono identificati come generazioni che soffrono una crisi d’identità religiosa, culturale, politica, sociale ed economica ma questa crisi di identità spesso dipende delle diverse realtà in cui essi vivono, vedono e giudicano il mondo, un mondo in cui gli aspetti morali, sia nell’ambito politico che in quello sociale e religioso, sono quasi inesistenti. È proprio in questo tipi di situazioni che la missione della gioventù Francescana è quella di mostrare al mondo che i giovani si sentono ancora in grado di riattivare la fiamma della fede, sì che essi non perderanno mai la speranza di identificarsi tra quei discepoli di Gesù che sono stati chiamati ad essere luce del mondo e sale della terra. La loro partecipazione attiva al recente sinodo dei Vescovi incentrato sul tema « i giovani, la fede e il discernimento vocazionale », la loro gioia coinvolgente manifestata non solo  nelle giornate mondiali della gioventù ma anche nei più umili e semplici incontri parrocchiali, la presenza nei diversi progetti e proposte della Chiesa…tutto questo dimostra che i giovani ancora continuano a rivolgere il loro sguardo a Gesù, per poter essere totalmente «radicati e fondati in lui, saldi nella fede come vi è stato insegnato, abbondando nell’azione di grazie» (Cf Col 2,7). Se questo è l’atteggiamento quotidiano dei giovani, c’è ancora speranza che essi possano vivere la loro identità e missione.

 

  • Koinonia 2019-2Identità e Missione della Gifra– Fr. Pedro Zitha, OFM

N. 102

PDF: EnglishItalianoEspañolFrançais

DOC : EnglishItalianoEspañolFrançais