La Gioventù, futura speranza del mondo e della Chiesa

Un mondo senza gioventù è un mondo senza futuro e se la Chiesa non si prende cura della gioventù essa è come una casa fondata sulla sabbia. Quindi, quale dovrebbe essere l’atteggiamento della società civile, dei politici e della Chiesa nei confronti dei giovani ? Da secoli il mondo politico, con le sue ideologie mondane (vedi ad esempio le leggi in favore dell’aborto, dei matrimoni tra individui dello stesso sesso che fioriscono in tutte le parti del mondo, la propaganda politica contro gli insegnamenti morali della chiesa, ecc…) ha sempre più dimenticato la responsibilità che è quella di promuovere una gioventù, che sarà la società del domani, sana e con profondi valori umani e religosi. Sfortunamente, alcuni giovani si sono lasciati ingannare da queste proposte e di conseguenza la gioventù si è vista privata del « fiorire delle virtù e della vita ».

Tuttavia, la Chiesa mai si è dimenticata della sua responsabilità di formare i giovani, di cercare i modi più adeguati per « mettersi in ascolto del mondo giovanile e interrogarsi su come accompagnare le nuove generazioni a riconoscere e accogliere la chiamata all’amore e alla vita in pienezza ». Sono molteplici le iniziative di apostolato e missione – ricordo in particolare quelle  curate dalla Pastorale giovanile e dalla Penitenzieria Apostolica – ma, in particolare, è importante sottolineare il riconoscimento che, nel 1948 ha visto la Chiesa approvare la nascita ufficiale della Gioventù Francescana che si è così affiancata a molti altri movimenti cattolici: tutto questo dimostra come la Chiesa sia sempre disponibile ad aiutare i giovani sia a trovare uno spazio di discernimento che a riaccendere la fiamma di fede che il mondo d’oggi con la sua propaganda falsa e mondana fa di tutto per spegnere.

Il mondo giovanile è oggi polarizzato da idee e proposte che sono contrarie alle vere libertà morali, etiche e politiche e la Chiesa, per sua missione, deve sempre assicurare ai giovani la propria vicinanza e il proprio sostegno in modo che mai si debbano sentire soli. La Chiesa deve servire da specchio della verità, uno specchio che rifletta ai giovani gli insegnamenti di Cristo – via, verità e la vita.  La Chiesa, oggi più che mai, è chiamata a mostrare ai giovani la vera via da seguire, vale a dire, mostrare Cristo, perchè Cristo è la via che ogni Cristiano è chiamato a seguire se vuole trovare la pace, la felicità e l’amore incondizionato. E questo lo conferma il Card. Mauro Piacenza, quando dice : « è rimasta solo la Chiesa Cattolica, nella sua debole fortezza o forte debolezza, a trattenere le cataratte del male, a fungere da katécon per evitare che l’uomo si autodistrugga e si annienti, e dunque siamo chiamati a rispondere alle esigenze dei giovani, costruendo il cristiano e insieme l’uomo : l’uomo perchè cristiano e il cristiano perché uomo ».

 

Per scaricare e leggere il testo completo:

 

Koinonia 2019-2Identità e Missione della Gifra

N. 102

PDF: EnglishItalianoEspañolFrançais

DOC : EnglishItalianoEspañolFrançais