La ristrutturazione della presenza francescana in Russia e Kazakistan

A partire dal 1 ottobre 2018, per Decreto del Ministro Generale, le due Fraternità del Kazakistan di Almaty e di Taldikorgan sono state scorporate dalla Fondazione dipendente dal Ministro Generale “San Francesco d’Assisi in Russia e Kazakistan” e sono state affidate alla Provincia di Santa Edvige, in Polonia. Dallo stesso giorno, la Fondazione porta ora il nome di “San Francesco d’Assisi in Russia” e comprende le Fraternità di San Pietroburgo (nella Russia europea), Novosibirsk (in Siberia) e di Ussurijsk (nell’Estremo Oriente russo) presenti sul territorio della Federazione Russa.

Le Fraternità del Kazakistan passate alla Provincia di Santa Edvige, composte da cinque frati (tre polacchi e due coreani), si occupano della cura pastorale della parrocchia della Santissima Trinità della Cattedrale della Diocesi di Almaty e della Parrocchia della Madonna di Guadalupe in Taldikorgan. Inoltre, i frati svolgono in Almaty ed in diversi villaggi un grande servizio per i poveri attraverso una “mensa sociale” ed un “ambulatorio medico”.

Le Fraternità in Russia, composte da sette frati (tre italiani, due russi, due polacchi) curano il lavoro pastorale in quattro parrocchie, gestiscono una “Scuola Cattolica” statalmente riconosciuta per bambini di famiglie poco abbienti ed un “Centro di accoglienza” per ‘senza dimora’ con progetti anche per ragazzi diversamente abili e di famiglie disagiate. Sia in Russia che in Kazakistan i frati ricercano il dialogo con le altre confessioni cristiane e religioni e costruiscono la Chiesa locale anche attraverso l’insegnamento nel Seminario inter-diocesano e direttamente il lavoro in una Curia Diocesana.