Lo spazio di un Frate Francescano ai Musei Vaticani

 

Nonostante i Musei Vaticani siano rimasti chiusi per almeno tre mesi nel corso dell’ultimo lockdown, sono continuati i lavori al suo interno, compresa l’installazione di una vasta opera a più pannelli (polittico), eseguita da un Frate Francescano. Il titolo dell’opera è “Golgota” e il suo autore è fr Sidival Fila, originario del Brasile ma già da 25 anni residente in Italia. Fr. Sidival è membro della fraternità di S. Bonaventura, al Palatino a Roma, dopo essere entrato nell’Ordine ed essere stato ordinato sacerdote nel 1999. E’ un artista molto noto, grazie alle sue bellissime opera d’arte, fatte con materiali diversi e tessuti, con una varietà di tecniche di cucito , utilizzando molto spesso oggetti e tessuti di riciclo.

E’stato il primo Religioso ad aver esposto le sue opera alla prestigiosa Biennale di Venezia e proprio il suo lavoro per la Biennale è ora diventato parte della Collezione permanente di Arte Contemporanea in Vaticano. I Musei hanno scelto una splendida sede per “Golgota” – la Sala dei Santi nell’Appartamento Borgia, con i suoi bellissimi affreschi quattrocenteschi del Pinturuchio, pittore del Rinascimentale italiano. Il contrasto, in termini di colore, idea e struttura è notevole e suggestivo. Fr. Sidival lo spiega così: “Ho inserito un crocifisso antico all’interno di un opera molto grande, in cui l’attenzione ricade proprio su questo crocifisso sospeso. Il Cristo è ben raffigurato, il resto è astratto. Anche i due ladroni venivano presentati in modo astratto. In realtà l’opera non esprima la passione ma il dramma della passione attraverso l’utilizzo degli oggetti che resero cruento l’ultimo tratta terreno della vita di Cristo, come  i chiodi e le ferrature di cavallo. Dall’altra parte sono presenti elementi floreali, come se questi fossero il frutto della passione di Cristo”.

“La mia installazione ‘Golgotha’ si compone di otto elementi, ma soltanto uno di essi presenta una scultura figurativa della Santa Croce. Gli altri sette elementi aprono la strada alla spiritualità e alla trascendenza, ma non sono direttamente legati ad un credo particolare. Vogliono solamente parlare ad ogni fede e al cuore dell’uomo”.

I nostri fraterni complimenti a fr Sidival – questo straordinario riconoscimento e onore sono fonte di grande orgoglio. Ancora di più, rappresentano un segno di speranza e fiducia che la profondità e la bellezza della fede cristiana possano essere veramente comunicate al mondo di oggi per esprimere l’appassionato amore di Dio per l’umanità.

Vedi il sito di fr. Sidival (in 5 lingue): www.sidivalfila.it