Papa Francesco partecipa all’Incontro Internazionale di Preghiera per la Pace nella Basilica Francescana di Santa Maria in Aracoeli, Roma

Nel pomeriggio di 20 ottobre 2020, il Santo Padre Francesco ha partecipato all’Incontro di Preghiera per la Pace “Nessuno si salva da solo – Pace e Fraternità”, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio.

Alle ore 17.15, dopo aver presieduto il momento di preghiera ecumenica per la pace con le altre confessioni cristiane nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli, Papa Francesco ha preso parte alla cerimonia con i rappresentanti delle grandi religioni mondiali sulla Piazza del Campidoglio.

Dopo gli interventi del Prof. Andrea Riccardi, Fondatore della Comunità di Sant’Egidio, del Presidente della Repubblica Italiana, On. Sergio Mattarella, e dei Leader religiosi presenti, il Santo Padre ha pronunciato il Suo discorso.

Dopo un minuto di silenzio in memoria delle vittime della pandemia, di tutte le guerre, del terrorismo e della violenza in ogni parte del mondo, è stata data lettura dell’Appello di Pace Roma 2020. Quindi alcuni bambini hanno ricevuto il testo dell’appello dai Leader religiosi e lo hanno consegnato agli ambasciatori e ai rappresentanti della politica nazionale ed internazionale presenti.

Al termine dell’Incontro, dopo l’accensione del candelabro di pace da parte del Santo Padre e dei Leader religiosi, la firma dell’Appello e il segno della pace, alle ore 19.00 circa, il Papa ha fatto rientro in Vaticano.

Clicca QUI per l’omelia che il Santo Padre ha pronunciato durante la Preghiera dei Cristiani, il discorso che ha rivolto ai presenti nel corso del XXXIV Incontro promosso dalla Comunità di Sant’Egidio nello “spirito di Assisi” e il testo dell’Appello di Pace firmato dal Santo Padre, dai Leader religiosi presenti, dal fondatore della Comunità di Sant’Egidio e dal Presidente della Repubblica Italiana.

 

📸: Vatican Media