Visita alle Fondazioni di Tailandia e Myanmnar

Tra il 1 e il 5 luglio di quest’anno, il Segretario generale per le Missioni e l’Evangelizzazione dell’Ordine, Fr. Alonso Morales, ha fatto visita ai fratelli della Fondazione di N.S. degli Angeli in Thailandia. L’accoglienza dei fratelli è stata molto fraterna. C’è stata l’opportunità di parlare con ciascuno dei presenti, 4 fratelli missionari (provenienti da Indonesia, Thailandia, India e Svizzera-Italia).

L’Ordine inizia già a diffondersi in questa regione del mondo: c’è già un fratello professo solenne (presbitero) e due fratelli professi temporanei.

I fratelli hanno allestito un Ospizio dove assistono, nel miglior modo possibile, con vicinanza umana, con medicine, con cure palliative, una ventina di pazienti affetti da AIDS-HIV. Quest’opera di solidarietà è una di quelle che dobbiamo continuare a rafforzare in questo e in altri Paesi in cui ci troviamo e che soffrono della presenza di questa sindrome.

Un’altra opera importante di cui si occupano i fratelli e che inizia a prendere volo è la “retreat house” (casa di ritiro), per prendersi cura di quelli che provengono dalla stessa Thailandia o dai Paesi vicini per cercare un accompagnamento spirituale, un ritiro, un luogo di meditazione. Questo è anche un contributo offerto a una regione in cui le persone cercano luoghi dove contemplare, meditare, ritirarsi.

Speriamo che quest’opera continui a consolidarsi e che in futuro possa anche essere luogo di “dialogo interreligioso”, uno degli scopi per i quali i fratelli sono arrivati in Thailandia.

La visita alla missione del Myanmar si è svolta dal 5 all’11 luglio.

I francescani arrivarono in Myanmar nel 2005, invitati dall’arcivescovo per occuparsi dell’accompagnamento spirituale del clero, delle religiose e dei laici.

Durante la visita si è potuto apprezzare il buono spirito che anima i fratelli. Alcuni sono impegnati nell’accompagnamento dei giovani myanma / birmani, sia per una breve esperienza (“vieni e vedi”), sia per cominciare un cammino di formazione francescana, che si inizia a Yangon e si continua nelle Filippine. Per i fratelli che vogliono continuare gli studi per il presbiterato, lo fanno al Seminario maggiore di Yangon.

Altri fratelli sono impegnati nello studio della lingua locale e quelli del posto nello studio della lingua inglese. Le relazioni con gli altri membri della Famiglia francescana (FMM e OFS) sono buone. Un fratello è impegnato anche nella realizzazione di rosari, che danno lavoro a circa 4 famiglie a Yangon.

Attualmente ci sono due progetti che i fratelli vogliono realizzare:

  1. Una casa di formazione. Quella attuale è piena e al momento non si possono ricevere più fratelli.
  2. L’elaborazione di un progetto integrale che integri la casa per la formazione, il centro di spiritualità (per incontri, ritiri e accompagnamento spirituale) e un campo per il progetto agro-ecologico. Hanno già visto un pezzo di terra, in una delle diocesi più a nord (Mandalay), il che implica che i fratelli lascerebbero Yangon.

Questo progetto sembra interessante e in futuro questo centro di spiritualità potrebbe anche essere un centro per il dialogo interreligioso (con il buddismo) che interessa anche i fratelli.