Contatti
NEWS

Il significato del presepe nel mondo di oggi

Koinonia nº 119 - 2023: Anno 30

31 Ottobre 2023

Se "vogliamo incontrare il Dio che è apparso come un bambino, dobbiamo scendere dal cavallo della nostra ragione "illuminata". Dobbiamo deporre le nostre false certezze, la nostra arroganza intellettuale, che ci impedisce di percepire la vicinanza di Dio. Dobbiamo seguire il cammino interiore di San Francesco: il cammino verso quell'estrema semplicità esteriore e interiore che rende il cuore capace di vedere. Dobbiamo scendere, andare spiritualmente a piedi, per così dire, per entrare attraverso il portale della fede e incontrare Dio, che è diverso dai nostri pregiudizi e dalle nostre opinioni: il Dio che si nasconde nell'umiltà di un bambino appena nato. Celebriamo la liturgia in questo modo [...] e rinunciamo alla nostra ossessione per ciò che è materiale, misurabile e tangibile. Lasciamoci rendere semplici da quel Dio che si manifesta al cuore reso semplice. E preghiamo anche in quest'ora soprattutto per tutti coloro che devono vivere [...] nella povertà, nel dolore, nella condizione di migranti, affinché un raggio della bontà di Dio appaia davanti a loro; affinché la bontà che Dio, con la nascita di suo Figlio nella stalla, ha voluto portare nel mondo, raggiunga loro e noi".

La fede in Gesù, morto e risorto per noi e per la nostra salvezza, trova la sua espressione più viva nella celebrazione del mistero di Cristo nel corso dell'anno. Anche se il centro della celebrazione ruota attorno all'alta solennità della Pasqua, essa poggia innanzitutto sul ritmo settimanale scandito dalla domenica. Questo giorno è fondamentale perché ricorda la risurrezione del Signore e l'effusione dello Spirito Santo.

Se fin dalle origini della Chiesa la celebrazione settimanale della domenica e della Pasqua annuale era comune alle varie comunità, gradualmente sono apparse altre feste liturgiche. A questo primo ciclo pasquale, celebrato fin dall'inizio, si è aggiunto in seguito il ciclo della nascita o manifestazione del Signore.

Le feste del Natale e dell'Epifania sono apparse nel calendario cristiano all'inizio del IV secolo, anche se in luoghi diversi. Il Natale iniziò a essere celebrato nella Chiesa di Roma e l'Epifania in Oriente, quasi certamente in Egitto. Entrambe le celebrazioni si diffusero rapidamente in tutta la Chiesa.

Scaricare
N. 119 - 2023.3
PDF: Italiano - English - Español - Français

Potrebbe interessarti anche: