Contatti
NEWS

Incontro del Ministro generale e del Definitorio con la Conferenza Africana

Nairobi (Kenya), 23 – 29 gennaio 2024

30 Gennaio 2024

Dal 23 al 29 gennaio 2024 il Ministro generale e il suo Definitorio hanno incontrato i Ministri Provinciali, Custodi e Presidenti delle Entità della Conferenza Africana a Nairobi, Kenya, nella Provincia di San Francesco in Africa, Madagascar e Mauritius.

Nel primo giorno, dopo il benvenuto di Fr. Fredrick Odhiambo, Ministro provinciale della Provincia San Francesco, Fr. Virgile Agbessi, Presidente della Conferenza – non presente fisicamente per problemi di visto, ma in collegamento online – nella sua relazione ha mostrato la situazione attuale della Conferenza: i numeri sono in crescita, ma ha sottolineato la sfida della formazione dei candidati e dei loro formatori. Inoltre, ha parlato di una buona collaborazione tra le Entità del continente, invitando a riflettere sulla nuova presenza in Nigeria.

Nel pomeriggio, anche Fr. Massimo Fusarelli, Ministro generale, ha sottolineato l’importanza della formazione, iniziale e permanente, e della scelta dei formatori, affinché essi possano accompagnare nel migliore dei modi i giovani frati. Il Ministro ha ribadito che bisogna investire nella formazione dei Guardiani e nell’inculturazione del Vangelo e del carisma francescano.

In merito alle situazioni di guerra, di instabilità continua e dello sfruttamento delle risorse naturali del continente da parte delle multinazionali con la complicità di tanti governi africani, ha invitato e incoraggiato i frati a lavorare per la giustizia, la convivenza fraterna tra le persone e la difesa della natura. Infine, Fr. Massimo ha invitato le entità ad una maggiore collaborazione tra di loro, sfidandole ad aprire una nuova presenza in Nigeria. Sono seguiti un dibattito e la celebrazione della S. Messa presieduta da Fr. Siphelele Gwanisheni (Vicepresidente della Conferenza).

Nei giorni successivi si sono alternati vari relatori. Fr. Marcel Tshikez, Segretario per le Missioni e l’Evangelizzazione della Conferenza, ha fatto una presentazione online delle gioie, delle sfide e delle speranze delle Entità africane. 

Tra le gioie, esiste sicuramente una collaborazione tra le varie Entità, anche sottoforma di Missione: cresce sempre di più, tra i frati del continente, la consapevolezza di dover essere missionari in paesi africani diversi dal proprio, come molti già fanno.

In merito alle sfide, Fr. Marcel ha evidenziato la sfida dell’inculturazione, della comunicazione, molto scarsa tra le Entità, dell’ecologia, della vocazione dei frati laici, del dialogo interreligioso ed ecumenico, della necessità di avere delle convezioni chiare con le diocesi. 

Quanto alle speranze, Fr. Marcel ha parlato dell’importanza di aprire una Casa in Nigeria e abbracciare il cammino delle Nuove Forme di evangelizzazione, tenendo conto del contesto africano.   

Fr. Victor Luís Quematcha, Definitore generale della Conferenza, ha analizzato il tema della ristrutturazione, cioè se costituire due nuove Conferenze o due sub-conferenze in merito alla lingua (anglofona e francofona).

Fr. Lage Afonso, Custode in Mozambico e Segretario della Conferenza, ha affrontato il tema della Formazione iniziale: la collaborazione tra le Entità è una esperienza che bisogna mantenere e sviluppare, ma si riconosce la necessità di avere più docenti e formatori qualificati per meglio accompagnare i giovani frati. Sono necessarie anche nuove infrastrutture per poter accogliere i fratelli in formazione e, siccome la Conferenza riconosce i propri limiti a livello di docenti, è sempre più indispensabile e benedetta la presenza di missionari di altre realtà.

Domenica 28 il Ministro generale e il Definitore per l’Africa hanno incontrato gli studenti di Teologia della Provincia. I 20 frati hanno espresso la loro viva gratitudine per il sostegno fraterno del Ministro generale e di tutti i benefattori dell’Ordine.

Fr. Victor ha illustrato l’idea della Conferenza Africana sulla Formazione, e cioè che gli studenti provenienti da varie Entità dell’Africa saranno inviati nei tre diversi centri di studio del continente (Lusaka nello Zimbabwe, Kolwezi in Repubblica Democratica del Congo, Istituto Cattolico Missionario di Abidjan in Costa d’Avorio), per promuovere una formazione internazionale e missionaria.

Dopo la relazione di Fr. Antonio Iacona, Segretario generale, sull’uso del database dell’Ordine, l’incontro si è concluso con una verifica sulle tematiche affrontate in questi giorni di condivisione, riflessione, preghiera e fraternità.

Potrebbe interessarti anche: