Contatti
NEWS

Il Ministro incontra i guardiani delle Conferenze Nord-Slavica e Sud-Slavica in Polonia

28 Ottobre 2022

Dal 24 al 27 ottobre a Kalwaria Zebrzydowska in Polonia si è svolto il „Corso di aggiornamento per i guardiani e superiori delle case religiose” provenienti dalle cinque province polacche appartenenti alla Conferenza Nord-Slavica dell’Ordine dei Frati Minori. Erano presenti anche tutti i Ministri Provinciali delle Conferenze Sud-Slavica (Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Slovenia) e Nord-Slavica (Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia).

Nell’incontro prende parte il Ministro Generale dell’Ordine, Fr Massimo Fusarelli e il Definitore Generale per entrambe le Conferenze dell’Ordine, Fr Konrad Cholewa. Il corso di aggiornamento vede impegnati oltre 130 frati guardiani dalla Polonia. 

Martedì, il 25 ottobre, durante l’incontro ante pomeridiano dei provinciali della Conferenza Nord-Slava, si è proceduto all’elezione del nuovo Presidente. È stato eletto il Ministro Provinciale della Provincia di sant‘Edvige – Fr Alard Maliszewski. Vice-presidente è stato eletto Fr Juraj Mihály, Provinciale della Provincia del Santissimo Salvatore nella Slovacchia. Il Presidente della Conferenza è responsabile del coordinamento della collaborazione nella regione e coordina pure il contatto con il Ministro Generale. Segretario ed economo della Conferenza è stato nominato Fr Dominik Banaś dalla Provincia di sant’Edvige. Fr Teofil Czerniak, Presidente uscente, ha salutato e incoraggiato il nuovo Presidente per il suo ministero. 

A pomeriggio del 25 ottobre, nella basilica Calvariana è stata celebrata una Eucarestia solenne, presieduta dal Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori, Fr Massimo Fusarelli. Nella sua omelia Fr Massimo ha preso spunto dalla pericope del Vangelo prevista per quel giorno – la parabola del granello di senape e del lievito: “Il Regno di Dio è una realtà piccola, nascosta, fragile, tuttavia gode di una vitalità e fecondità enormi. Siamo purtroppo tentati di guardare questa realtà con un occhio di questo mondo, cediamo alla tentazione proveniente dalla forza seduttrice della statistica, del peso dei numeri. Spesso avviene così anche tra noi, spaventanti dal numero esiguo e dalle forze che si estinguono. Gesù ci informa, che il progetto del Regno avanza, matura, anche se non ne prendiamo cura, giacché il mondo è già salvato, non ce bisogno di salvarlo. È al sicuro, ma non lo sa. È stato Gesù a seminare il grano e a mettere il lievito. Dipende da noi, se saremo i suoi collaboratori per non ostacolare troppo il Suo lavoro”. 

E, continuando, il Ministro Generale ha aggiunto: “Papa Francesco durante una preghiera dell’Angelus nel giugno del 2015 disse: Da quelle due parabole possiamo trarre un insegnamento importante: il Regno di Dio richiede la nostra collaborazione, ma è soprattutto iniziativa e dono del Signore. La nostra debole opera, apparentemente piccola di fronte alla complessità dei problemi del mondo, se inserita in quella di Dio non ha paura delle difficoltà. Di fronte alla resistenza e ai ritardamenti dei nostri frati – e anche quelli nostri – a volte siamo tentati di tirare i remi in barca e di andare avanti al minimo. Per questo dobbiamo ricordare, che anche nei fratelli che dobbiamo servire come ministri e guardiani, è presente il seme e il lievito del Regno. Lo crediamo davvero? Siamo sicuri, che il Regno di Dio crescerà in noi e nei frati a noi affidati? Curiamo lo sguardo della fede, rafforzato dallo spirito della santa orazione e della devozione, del dialogo fraterno. San Francesco ci mostra la via della misericordia come la strada privilegiata per avanzare sulla via del Vangelo”. 

I frati guardiani hanno poi accolto ed ascoltato un intervento di S.E. Mons. Janusz Mastalski, Ausiliare di Cracovia, di Fr Józef Augustyn SI e di Fr Wit Chlondowski OFM. Il corso è stato organizzato dalla Segreteria della Formazione e degli Studi della Conferenza Nord-Slava dell’Ordine. 

Potrebbe interessarti anche: