Contatti
 TORNA ALLE NEWS

Nuova versione dell’esperienza giovanile francescana "ESSO"

A Santiago del Cile i giovani sperimentano lo Spirito Santo

08 Giugno 2023

Dal 26 al 28 maggio, nella Casa dei Giovani Francescani San Felipe de Jesús (a Santiago del Cile, Provincia della Santissima Trinità), si è svolta una nuova versione dell’Esperienza Giovanile Francescana “ESSO” (Espíritu del Señor y su Santa Operación). A cinque anni dalla sua prima realizzazione, centinaia di giovani sono entrati in contatto e hanno sperimentato lo Spirito Santo nella propria vita.  

Ancora una volta, l’obiettivo di questa esperienza è stato raggiunto: celebrare la Pentecoste, generando domande e istanze di missione a partire dall’esperienza francescana dello Spirito del Signore e della sua santa opera. 

Vale la pena sottolineare che la sesta versione di ESSO è riuscita a riunire 25 giovani, compresi i membri dell’équipe di servizio, che sono stati invitati a vivere fraternamente la loro fede in comunità. 

In chiave comunitaria 

Camila Carrimán, che ha fatto parte dell’équipe organizzativa di ESSO 2023, sottolinea l'importanza di poter creare e preparare queste esperienze in modo comunitario. “L’esperienza ha un obiettivo generale, che ci guida su questioni abbastanza essenziali, ma il contenuto viene preparato anno per anno dall’équipe di servizio. Quest’anno si è pensato a un orientamento comunitario. L’anno scorso l’esperienza aveva un approccio personale e abbiamo visto come lo Spirito abita in ognuno di noi e ci provoca a uscire da noi stessi”, spiega. 

Per quest’anno, aggiunge, “continuando sulla strada intrapresa, abbiamo voluto affrontare la proposta comunitaria che Dio ha per l’uomo. Da lì, sia il contenuto che la metodologia hanno ruotato intorno alla comunità. Abbiamo iniziato con una constatazione della realtà sociale attuale, poi abbiamo visto come il nostro Dio, uno e trino, ci invita a essere comunità e quindi abbiamo condiviso su come vivere questo dalla prospettiva della spiritualità francescana”. 

“È stata una giornata ricca di dettagli, preparata con grande affetto. Vedere come i giovani partecipano e come concludono l'esperienza, rende un privilegio essere al loro servizio, insieme ai miei fratelli dell'équipe. Siamo venuti tutti via arricchiti e grati per tante cose", conclude Camila Carrimán. 

Comunione e fede 

Per Martin Bocaz, della Casa dei Giovani Francescani, l'esperienza di ESSO 2023 è stata molto bella, soprattutto dal punto di vista della condivisione con gli altri giovani della festa di Pentecoste. “Il team del servizio e i frati ci hanno accolto in modo molto caloroso e le attività che abbiamo svolto durante i tre giorni sono state molto significative per me. Chiaramente lo consiglio a tutti i giovani che vogliono approfondire la loro vita spirituale e il loro legame con Dio in comunità. Me ne vado con il cuore felice, con nuove amicizie e pieno di Spirito Santo. Un'esperienza indimenticabile”. 

Il valore della condivisione 

María Teresa Toledo, una giovane della Cappella San Felipe de Jesús, che ha vissuto la sua seconda esperienza ESSO, ha espresso la sua gioia per questa nuova opportunità. "Rispetto alla prima volta, questa è stata più intensa dal punto di vista francescano e della Santissima Trinità. Abbiamo potuto lavorare in fraternità e conoscerci meglio. Abbiamo potuto parlare ed esprimerci su ciò che sentivamo e, soprattutto, su come abbiamo lavorato alla nostra unione comune. Sento che la Casa dei Giovani ci dà sempre l'opportunità di essere liberi e di essere come siamo, e ci rispettiamo l'un l'altro così come siamo, cosa che non si trova ovunque. La capacità di ascoltare e di sentirsi ascoltati è un frutto unico e bellissimo che possiamo coltivare. Sono molto grata che ci siano queste occasioni in cui si respira un'aria di fraternità, di amore e di comprensione, e che ci danno anche conoscenze e strumenti per continuare a vivere la nostra fede". 

ESSO, un'esperienza di rinnovamento nello Spirito 

Infine, Lorena Uzcategui Altuve, del Coro della Casa dei Giovani Francescani, sottolinea l’esperienza di rinnovamento che ESSO lascia in tutti i giovani che vi partecipano. “È un’esperienza piena di gioie, lacrime, sessioni plenarie, momenti di preghiera e incontri. Attraverso la musica viviamo la lode e l'adorazione concentrandoci su canzoni che sono balsamo, conforto e speranza”. E conclude: “Non si ama per la ricompensa, ma come ringraziamento per sentirsi amati da Dio. Tutti, indipendentemente dalla loro provenienza, avevano un livello gigantesco di empatia, di onestà, di condivisione, e hanno creato bellissimi legami di amicizia che si estenderanno all'Italia, alla Colombia. Ringrazio l'ospitalità dei fratelli e delle sorelle e il team di servizio per tutto il loro amore e la loro saggezza", ha concluso Lorena Uzcategui. 

Clicca qui per il video sull'esperienza ESSO

Categorie
OFM nel Mondo
Tags
0
Potrebbe interessarti anche: