Contatti
NEWS

Esperienza missionaria e pastorale a Cuba

Il racconto di Fr. Francisco Gearóid O’ Conaire, OFM

12 Aprile 2024

Nel 2018 sono arrivati a Cuba quattro frati missionari; quest'anno completeremo i sei anni di vita e di ministero nel Municipio di Playa, L’Avana.
Attualmente siamo sei frati professi solenni: un cubano, un messicano, uno statunitense, due italiani, arrivati recentemente e un irlandese. Inoltre, ci sono un frate cubano professo semplice in teologia, due postulanti e due nel nostro programma vocazionale. Se tutto va bene, altri due frati missionari arriveranno nel corso del prossimo anno.

Inserimento a Cuba
Nei primi due anni abbiamo dedicato la maggior parte del nostro tempo a conoscere la realtà cubana, sia a livello locale che nazionale, dal punto di vista ecclesiale, così come gli aspetti politici, economici e culturali. Abbiamo visitato otto delle undici diocesi durante il primo anno e abbiamo trovato molto utile la settimana dell’inculturazione organizzata dalla Conferenza dei Religiosi e delle Religiose.
L’ospitalità offertaci da Vescovi, sacerdoti, religiosi e laici è stata edificante. Siamo rimasti colpiti dalla profondità dell’affetto espresso da tanti per i nostri fratelli francescani che hanno prestato servizio alla Chiesa in diversi luoghi, durante anni particolarmente difficili.
Noi frati missionari siamo venuti da varie province dell’Ordine, in seguito alla chiamata della Curia generale per assicurare una presenza continua dell’OFM a Cuba. Ci siamo assunti la responsabilità dell’unica parrocchia rimasta nelle mani dell’Ordine, con due conventi.

Il COVID e il lockdown
Durante il COVID abbiamo fatto del nostro meglio per fornire attività umane e religiose di base, compreso il mantenimento delle chiese aperte e l’erogazione di servizi sacramentali ridotti all’osso, fino alla visita ai malati, adottando tutte le precauzioni necessarie. Sono certo che alcuni semi siano stati gettati, ad esempio tenere la nostra chiesa aperta nel pomeriggio, con i volontari, per la preghiera con il Santissimo Sacramento esposto. Abbiamo deciso di riparare e restaurare la nostra chiesa, abbandonata per decenni, ed è stata inaugurata il 13 agosto 2022. Stiamo valutando di promuovere missioni popolari, insieme ad altri membri della Famiglia francescana, in luoghi con scarso sostegno pastorale.

Formazione biblica e teologica per il popolo
In seguito ad un accordo stipulato nel nostro Consiglio Pastorale all’inizio dello scorso anno, abbiamo deciso di fornire sostegno biblico e teologico alla gente, organizzando diversi corsi nel 2023: uno sul vangelo di Matteo, poi un corso di liturgia; abbiamo continuato a riflettere sugli Atti degli Apostoli e sul Vangelo di San Giovanni, oltre ad un corso sui Sacramenti. Abbiamo potuto organizzare un ritiro di quattro giorni per 19 donne, soprattutto quelle più coinvolte nelle iniziative parrocchiali. Quest’anno abbiamo iniziato un corso di Cristologia e di Introduzione alla Bibbia, a cui seguirà un corso sul Vangelo di San Marco.

Raggiungere i bambini, i giovani e le loro famiglie
I nostri vicini appartengono al Movimento dei Focolari. Sono missionari laici. 20 anni fa hanno deciso di prendersi cura del nostro convento, in un momento in cui la presenza dei frati diminuiva. L’anno scorso hanno organizzato una serie di laboratori per bambini e adolescenti: danza, artigianato, realizzazione e utilizzo di pupazzi, pittura, recitazione e canto, pittura e fotografia. I workshop si concentrano sugli aspetti tecnici e umani, oltre a includere contenuti etici. Il permesso per promuovere questi corsi necessita dell’approvazione del governo, che vieta di addebitare tariffe o includere contenuti religiosi.
Quest’anno, grazie a un frate cubano e ai nostri due frati italiani, abbiamo avviato un gruppo dedicato al calcio: tutto lo sport, con buoni insegnanti, è ideale per sostenere le famiglie nell’insegnare ai bambini la visione di lavorare insieme per il bene comune.

Assistenza sociale: vestiti, medicine e cibo
Come parrocchia abbiamo un ufficio Caritas. Storicamente distribuisce abiti di seconda mano, donati dalle famiglie della parrocchia. Più recentemente, abbiamo organizzato la distribuzione dei medicinali, che vengono anche donati da benefattori locali e stranieri. Cerchiamo anche di fornire alcuni generi alimentari essenziali alle famiglie più bisognose. Il nostro gruppo di Pastorale Sociale visita spesso individui e famiglie per valutare la loro situazione. Cerchiamo di coordinarci con gli Assistenti Sociali dello Stato, quando scopriamo persone con bisogni gravi. 

Progetto per gli anziani
Più recentemente, abbiamo creato uno spazio confortevole per consentire agli anziani di trascorrere del tempo insieme. Speriamo di offrire una serie di servizi, tra cui giochi, conferenze, conversazioni ed esercizi, nonché rinfreschi. 
Stiamo facendo del nostro meglio anche per raggiungere i giovani e riconosciamo la necessità di cercare modi più creativi per rispondere ai loro bisogni.

Crediamo che la provvidenza di Dio stia aprendo le porte e creando opportunità per noi di servire. Vediamo e sperimentiamo i risultati concreti dell’impulso dello Spirito, nel suo desiderio di guarire e rendere di nuovo intero il nostro popolo. Ci sono molte ragioni per continuare a sperare!

Fr. Francisco Gearóid O’ Conaire, OFM

Nelle foto: 
La Fraternità OFM di Cuba
La visita del Ministro provinciale della Provincia Nostra Signora di Guadalupe (USA), da cui dipende la Missione
Partecipanti al corso biblico
La parrocchia
Fr. Francisco Gearóid O’ Conaire

Potrebbe interessarti anche: