Contatti
NEWS

Messaggio del Ministro generale per la Giornata mondiale contro l'AIDS 2020: "Solidarietà globale, responsabilità condivisa"

25 Novembre 2020
Miei cari fratelli, il Signore vi dia pace! Ogni anno, il 1° dicembre, la comunità mondiale è invitata a soffermarsi e riflettere sulla realtà e l'impatto dell'HIV e dell'AIDS sulla comunità umana. È un momento per ricordare e pregare per tutti i 38 milioni di nostri fratelli e sorelle che vivono con l'HIV, le loro famiglie e amici, e per pregare per gli altri milioni di persone che hanno perso la vita a causa dell'AIDS (più di 32,7 milioni). L'anno 2020 è stato segnato dalla pandemia SarsCoVid-2 (CoVid-19), che sta colpendo le vite e i mezzi di sussistenza della comunità umana globale. Il CoVid-19 ci mostra quanto sia interconnessa la salute globale con altre questioni critiche, tra cui le crescenti disuguaglianze sociali ed economiche, gli abusi contro i diritti umani e la dignità, e le minacce all'ambiente. Mentre il mondo rivolge tutta la sua attenzione alla pandemia globale CoVid-19, c'è il pericolo che la pandemia di HIV / AIDS in corso possa essere dimenticata, che la battaglia per sconfiggerla possa subire una battuta d'arresto e che l'attenzione e il finanziamento nazionale e internazionale possano essere ridotti. Papa Francesco nella sua recente enciclica Fratelli tutti ci avverte che “Nel mondo attuale i sentimenti di appartenenza a una medesima umanità si indeboliscono, mentre il sogno di costruire insieme la giustizia e la pace sembra un’utopia di altri tempi.… a dimenticare che siamo tutti sulla stessa barca” (30). Per il Papa è solo quando ci rendiamo conto che “nessuno si salva da solo, che ci si può salvare unicamente insieme” (32) che riusciamo a confrontarci con le sfide che affrontiamo e, lavorando in collaborazione e solidarietà, superarle con la grazia di Dio. Negli ultimi anni sono stati compiuti molti progressi, ma rimangono tante sfide. Uniamo le nostre energie e la nostra preghiera mentre lottiamo contro i due virus e le loro terribili conseguenze: HIV / AIDS e CoVid-19. Esortiamo i responsabili delle nostre nazioni a continuare a garantire un adeguato sostegno finanziario per farmaci antiretrovirali e altri farmaci necessari, sicuri, efficaci ed economici per combattere l'HIV e curare le malattie correlate, e a dare speciali disposizioni per garantire che non vi siano interruzioni nella produzione e distribuzione di queste terapie antiretrovirali salvavita. Che possiamo, come discepoli del Signore Gesù risorto e seguaci del nostro serafico padre Francesco, non smettere mai di amare, sostenere e pregare per i nostri fratelli e sorelle che vivono o sono affetti da HIV e AIDS. Preghiamo anche per i nostri fratelli che convivono con il virus e che, nonostante le sfide che devono affrontare, continuano a servire i bisogni del popolo di Dio, in particolare dei poveri e dei dimenticati. Preghiera per la Giornata Mondiale contro l'AIDS del 2020:

O Dio, Trinità d'amore, riversa su di noi un torrente di fraterna sollecitudine e cura. Concedi che possiamo rispettare la presenza di Cristo in ogni essere umano, specialmente nella vita dei nostri fratelli e sorelle che convivono o che soffrono delle conseguenze dell'HIV e dell'AIDS. Che possiamo raggiungere la fraternità e la solidarietà, riconoscere che siamo veramente 'parte l'uno dell'altro, che siamo fratelli e sorelle nell'unica famiglia di Dio. Amen. (ispirata a Fratelli tutti 32, 287)

Roma, 1 Dicembre 2020

Fraternamente,

Fr. Michael A. Perry, OFM Ministro generale e servo

   
Statistiche globali su HIV e AIDS 2019 Fonte: UNAIDS 2020:  www.unaids.org  
  Prot. MG 170/2020 Image courtesy of AIDS Healthcare Foundation
Potrebbe interessarti anche: