Contatti
NEWS

Santa Messa della Notte di Natale

“Siamo nelle tenebre, ma vediamo la luce!”

25 Dicembre 2023

“Dov’è Dio in questo tempo di guerra?”.

Questa e altre domande ha posto il Ministro generale, Fr. Massimo Fusarelli, nella Santa Messa della Notte di Natale, celebrata nella chiesa di Santa Maria Mediatrice, presso la Curia generale dell’Ordine. 
Viviamo in un periodo in cui le ombre sembrano sovrastare le luci: tenebre di guerra, morte, violenza, caos… un tunnel senza fine, che spesso schiaccia le flebili luci della Speranza, della Gioia, dell’Amore.

“Il Natale - ha detto Fr. Massimo - è proprio questa speranza nelle tenebre, questa luce nel buio, questa possibilità che noi da soli non avremmo mai potuto ricevere. Eppure, brilla una Stella, ripetiamo nel buio di questa notte”.
E così, come credenti e cristiani, il Signore che viene ci invita a non perdere la fede e a cercare anche nei piccoli segni quelle luci che possono illuminare la nostra vita.

Nella notte degli 800 anni del Natale di Greccio, non è mancato il riferimento alla grande intuizione che Francesco ebbe nella Valle reatina: “Sopra quel poco di paglia con un bue e un asino al lato, Francesco fa celebrare l’Eucarestia, canta il Vangelo e annuncia la parola del Vangelo ai presenti. […] È così che si fa conoscere il nostro Dio: in un mistero di povertà e di limite, che ci fa accogliere e benedire la nostra umanità, che umile e piccola rimane. […] Siamo nelle tenebre, ma vediamo la luce!”. 

L’augurio per tutti, ha concluso Fr. Massimo, è che il Natale possa educare a riconoscere questa Luce e a dare la forza, il coraggio e la fede per portarla al mondo intero, soprattutto in quei luoghi sopraffatti dalle tenebre.

Leggi il testo completo dell’omelia

Potrebbe interessarti anche: