IL MINISTRO GENERALE AL CIME: PER UNA FRATERNITÀ CHE RISCOPRA LA SUA IDENTITÀ ED UGUAGLIANZA

“Ringrazio  per questa possibilità di incontrarci che è una possibilità per me e anche per il Vicario Generale, Fra Isauro e Fra Joaquín, che fanno parte del Segretariato, di riflettere e di approfondire il senso e il posto della evangelizzazione nel cammino attuale dell’Ordine”, sono le parole con cui il Ministro Generale, Fra Massimo Fusarelli, ha accolto i partecipanti dell’Assemblea Internazionale per le Missioni e l’Evangelizzazione che si tiene in questi giorni a Roma, presso la Curia Generale.

Partendo dal Capitolo 14 della Regola non Bollata, il Ministro ha ricordato le parole di San Francesco: “Quando i frati vanno per il mondo non portino niente per via…..” sottolineando il primato dell’andare e aggiungendo come sia riferito ad una “comunità itinerante, in movimento, capace di incontrare le persone nelle situazioni diverse e di adattarsi a loro e che prima di qualsiasi classifica, deve farci crescere nella consapevolezza che siamo una fraternità di fratelli” e ha invitato tutti a pensare ad una Ratio Evangelizationis per una fraternità che riscopra la sua identità anche nell’uguaglianza di tutti i suoi membri.

Prima dell’intervento del Ministro Generale, Fra Francisco Gómez Vargas, Segretario Generale per le Missioni, e Fra Dennis Tayo, Animatore Generale per l’Evangelizzazione, hanno presentato gli obiettivi del sessennio incluso il compito di elaborare la Ratio Evangelizationis per l’Ordine partendo dal Documento finale Capitolo Generale 2021. In questa assemblea verranno anche eletti i 5 partecipanti per il Consiglio Internazionale per le Missioni e l’Evangelizzazione (CIME).

In rappresentanza delle Conferenze dell’Ordine, partecipano a quest’Assemblea, che si svolge dal 22 al 25 marzo, i seguenti Segretari: Fra Ernesto Valladores Osorio, Fra José R. Rodriguez, Fra Juan Alfredo Estrada, Fra Nikodem Gdyk, Fra Thaddée Bwanacing, Fra Ibrahim Sabbagh, Fra Frances Lee, Fra Eldon Viador, Fra Giuseppe Sorrentino, Fra Marko Pustisek, Fra Matthias in rapresentanza di Mission Zentrale e José Dario Mercado, cronista dei lavori.