BEATIFICAZIONE DEL VENERABILE MAMERTO ESQUIÚ.

BEATIFICAZIONE

DEL VENERABILE MAMERTO ESQUIÚ,

Vescovo di Córdoba in Argentina, dell’Ordine dei Frati Minori

Sabato 4 settembre 2021, Catamarca- Argentina

Il Venerabile Servo di Dio Mamerto Esquiú nacque l’11 maggio 1826 a San Josè de Piedra Blanca (Argentina). Nel 1841 entrò nel noviziato dei Frati Minori della Provincia dell’Asunción e, il 14 luglio 1842, emise la professione religiosa. Il 18 ottobre 1848, fu ordinato sacerdote. Da quel momento si dedicò all’insegnamento, alla direzione delle anime e alla predicazione. In quest’ultimo ministero fu molto apprezzato, non solo dai cattolici, ma anche dagli ambienti liberali: due suoi importanti discorsi sul tema della pace e della fratellanza, pronunciati nel 1852, furono stampati e diffusi per iniziativa del Governo federale. In spirito di servizio al bene comune, Fra Mamerto accettò anche di svolgere un ruolo politico attivo, come deputato e membro del Consiglio di governo di Catamarca. Nel 1862 desideroso di riprendere una più regolare vita francescana, si trasferì come missionario apostolico in Bolivia, dove fu insegnante di teologia presso il seminario di Sucre. Nel 1870 il Senato argentino lo propose come candidato all’episcopato per la sede arcivescovile di Buenos Aires. Ritenendosi indegno, il Venerabile Servo di Dio preferì allontanarsi dalla patria, per compiere un pellegrinaggio in Terra Santa, ed Assisi e a Roma. Qui ricevette dal Ministro Generale dell’Ordine, Padre Bernardino da Portogruaro, l’incarico di promuovere la vita comune tra i Frati Minori di Argentina. Nel 1879 ancora una volta il Senato propose la sua candidatura a Vescovo di Cordoba. Pertanto, in obbedienza al Papa, Fra Mamerto accettò e venne consacrato vescovo il 12 dicembre 1880. Nel suo ministero si distinse per dottrina e autorevolezza, propose la santità come cuore della vita cristiana e sacerdotale. Si prodigò per l’aiuto spirituale e materiale dei poveri, la formazione dei seminaristi, la fondazione di confraternite e associazioni di fedeli, la predicazione di corsi di esercizi spirituali e missioni al popolo. Morì il 10 gennaio 1883 a Posta del Suncho (Argentina).

Il decreto sull’eroicità delle virtù venne promulgato il 16 dicembre 2006.

La lettera del Ministro Generale